Soranì
Negroamaro Rosè
Puglia IGT

9.90

Soranì è il nome del luogo dove si trova Masseria Surani. Abbiamo immaginato questa località unica ed affascinante come una donna, Soranì, che è dunque l’immagine sulle etichette.
Una donna misteriosa, elegante e passionale come la terra che rappresenta.
Rosato elegante e raffinato presenta al naso note floreali di rosa e geranio e note fruttate di pompelmo rosa e melograno.

Scheda tecnica


COD A2EL Categoria

Informazioni

Surani-uai-1440x863 (1)

Note degustative


Rosato elegante e raffinato presenta al naso note floreali di rosa e geranio e note fruttate di pompelmo rosa e melograno. Al palato è vivace con una gradevole freschezza, una buona persistenza aromatica, seguita da una delicata sapidità.


Provenienza


Dai vigneti di Masseria Surani, nel Salento, allevati a Guyot e posti su terreni a matrice calcarea, ricchi di ferro.


Uva

Negroamaro 100%

Vinificazione e Affinamento

8/10 ore di macerazione sulle bucce.
10/12 giorni di fermentazione in acciaio a temperatura controllata, mai oltre i 13°
Maturazione in bottiglia per almeno 4 mesi.

Alcol

12,5% by vol.


Temp. Servizio

08-10°C


Formato

0.75l

Abbinamenti

Ideale d’estate con primi piatti di verdure e di pesce, carni bianche,
frittate e insalate. Ottimo tutto l’anno con salumi, formaggi freschi e con la pizza.

SH_Orecchiette_cime_rapa

Abbinamenti

IMG_0259-uai-1365x910

Si abbina con tutti i piatti della tradizione culinaria pugliese come le orecchiette con le cime di rapa e le polpette al sugo.
Perfetto con il pesce e la pasta fresca.

Vigneto

Dal 2014 la Famiglia Tommasi produce vini da Masseria Surani: 80 ettari nel cuore del Salento, nella zona Doc di Manduria, vicino alla costa ionica. Un territorio, rinomato per la produzione di Primitivo in particolare, ricco di storia e cultura dove la coltivazione della vite ha origini antichissime che risalgono ai tempi della Magna Grecia. Il cuore della proprietà è rappresentato dalla Masseria Surani, tipica costruzione agricola che risale ai primi del Novecento. Il terreno in questa zona è calcareo, molto fertile e permeabile, fresco e di colore rosso ocra per la presenza di ferro. I vigneti sono piantati a guyot stretto con una densità di 5.500 ceppi/ha, studiati in modo da inserirsi perfettamente nel territorio circostante, sono sostenuti da pali in legno in testata di ogni filare e sorretti da pali in ferro zincato al centro. La conduzione agronomica dell’intero patrimonio vitato è biologica, nel massimo rispetto delle risorse naturali e della biodiversità. L’idea alla base del progetto di Masseria Surani è quella di produrre grandi vini dai vitigni autoctoni della zona, in grado di esprimere e far conoscere l’enorme potenziale di uve come il Primitivo, il Negroamaro e il Fiano, in grado di regalare vini unici, di grande personalità e carattere.

20140709_150630-scaled-uai-1440x960

Vigneto

20140709_150630-scaled-uai-1440x960

Dal 2014 la Famiglia Tommasi produce vini da Masseria Surani: 80 ettari nel cuore del Salento, nella zona Doc di Manduria, vicino alla costa ionica. Un territorio, rinomato per la produzione di Primitivo in particolare, ricco di storia e cultura dove la coltivazione della vite ha origini antichissime che risalgono ai tempi della Magna Grecia. Il cuore della proprietà è rappresentato dalla Masseria Surani, tipica costruzione agricola che risale ai primi del Novecento.
Il terreno in questa zona è calcareo, molto fertile e permeabile, fresco e di colore rosso ocra per la presenza di ferro. I vigneti sono piantati a guyot stretto con una densità di 5.500 ceppi/ha, studiati in modo da
inserirsi perfettamente nel territorio circostante, sono sostenuti da pali in legno in testata di ogni filare e sorretti da pali in ferro zincato al centro. La conduzione agronomica dell’intero patrimonio vitato è biologica, nel massimo rispetto delle risorse naturali e della biodiversità. L’idea alla base del progetto di Masseria Surani è quella di produrre grandi vini dai vitigni autoctoni della zona, in grado di esprimere e far conoscere l’enorme potenziale di uve come il Primitivo,
il Negroamaro e il Fiano, in grado di regalare vini unici, di grande personalità e carattere.

Tommasi Naturae

Le caratteristiche sostenibili di questo vino sono:

Vigneto

Tommasi ha adottato un sistema di produzione integrata che garantisce la gestione eco-sostenibile delle attività agricole.

Soranì<br>  Negroamaro Rosè<br> Puglia IGT

Produzione

– Non impieghiamo prodotti di derivazione animale o contenenti allergeni nel processo di produzione del vino.
– Ottimizzazione dell’utilizzo della risorse e della gestione della cantina.
– Impieghiamo procedure che ci consentono di lavorare nel pieno rispetto dell’ambiente evitando sprechi e riciclando sempre quando possibile.

Packaging

– tappi organici con la certificazione FSC
– etichetta: carta certificata FSC
– cartone: carta riciclata

Privacy Preference Center